Enoturismo, GASTRONOMIA, NEWS

Il borgo di Vinci tra Leonardo e itinerari enogastronomici

Nel cinquecentesimo anniversario della morte di Leonardo, Vinci è la meta preferita per un week end all’insegna dell’arte del Genio e l’arte del vino biologico e biodinamico.

Tra gli itinerari enograstonomici la Toscana si conferma come la regione più attrattiva d’Italia (48%) – fonte 15° rapporto del Turismo sul Vino in Italia – e Vinci, nel cinquecentenario della morte di Leonardo, rappresenta la meta preferita di turisti, viaggiatori del week end, appassionati d’arte e del buon vino.

 Nel borgo natale di Leonardo da Vinci, insignito della Bandiera arancione del Touring Club Italiano per le sue qualità turistiche e ambientali, sono presenti numerose sedi espositive con mostre dedicate al Maestro- Tra queste il Museo Leonardianopresso il Castello dei Conti Guidi e la Fondazione Rossana & Carlo Pedretti presso Villa Baronti-Pezzatini.

 Percorrendo le strade che attraversano le colline del Chianti, a Vinci, merita una sosta il Bioagriturismo Il Fondaccio della famiglia Falzari, produttrice di vini biologici e biodinamici, che dagli anni ’90 ha avviato il processo di conversione dai convenzionali metodi di coltivazione a forme di agricoltura biologica, al fine dipreservare l’integrità e vitalità della terra.

 Circondato da un panorama mozzafiato, il Bioagriturismo sorge tra i vigneti curati da Sergio Falzari che, dopo una laurea in medicina veterinaria, si è completamente dedicato con impegno e passione alla coltura, vendemmia e produzione di vino biologico certificato.Sergio accompagna i visitatori nelle visite alle cantine e alle degustazioni dei vini prodotti dai vitigni di Sangiovese, Merlot, Cabernet Sauvignon e Trebbiano.

 Sergio offre ai visitatori un’esperienza unica che unisce all’ospitalità di famiglia momenti di convivialità, impreziositi da pillole informative sulle differenze tra agricoltura biodinamica, biologica, chimica e una breve esperienza della pratica agricola.

 Per scoprire da vicino questa realtà è possibile prenotare la degustazione per apprezzare la qualità delle vendemmie dei vini biologici Falzari, come il Chianti D.O.C.G “Selengaia” , l’IGT Rosso Toscano “Altrove”, l’IGT RossoToscano “Pilandra” (Sangiovese in purezza), l’IGT Bianco Toscano “Tinnari” (Trebbiano Toscano in purezza).

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

I piu’ letti

Grazie alla scienza rivive Nesos il vino marino degli antichi greci
Cantina di Soligo, vino in perfetta armonia
DUCHESSA LIA BARBARESCO DOCG
CRESCE la DOMANDA di PROSECCO BIOLOGICO, Il CONSORZIO SBLOCCA la QUOTA BIO della RISERVA VENDEMMIALE.
Vini romeni: vini da scoprire
RA’IS, IL MOSCATO DI NOTO DI BAGLIO DI PIANETTO

Prosecco Conegliano Valdobbiadene

Follow Vino&Stile on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.547 follower

video – la trouffe noir, luigi ciciriello, Bruxelles

VIDEO – Cantina Scoffone

video – trattoria bolognese, natal, brasile

Video – LVMH a Bruxelles

news dal mondo dello showbiz, cultura, cibo in anteprima

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: