NEWS

La Cappella del Barolo di Sol LeWitt e David Tremlett

 

La Cappella del Barolo di Sol LeWitt e David Tremlett, uno dei primi e più riconoscibili progetti di recupero e valorizzazione del contesto ambientale delle Langhe con interventi di arte contemporanea internazionale, compie vent’anni.

Costruita nel 1914 come riparo da temporali e grandinate per chi lavorava nelle vigne circostanti e mai consacrata, la Cappella di SS. Madonna delle Grazie fu acquistata dalla famiglia Ceretto nel 1970 assieme a 6 ettari del prestigioso vigneto di Brunate, nel cuore della DOCG del Barolo.

Ridotta a rudere dopo anni di abbandono, si è trasformata in uno degli edifici più famosi del territorio, la Cappella del Barolo, grazie alla famiglia Ceretto che nel 1999 ne ha affidato una reinterpretazione in chiave modernista al genio degli artisti Sol LeWitt e David Tremlett.

La scintilla creativa è scaturita all’improvviso davanti a un bicchiere di Barolo e alla maestosità del paesaggio. Agli artisti è subito piaciuta l’idea di recuperare l’edificio in rovina in una divisione spontanea degli interventi: all’esterno forme geometriche in colori acidi e forti disegnate dall’americano Sol LeWitt, maestro dell’arte concettuale; all’interno grandi campiture in tinte morbide, stese con il palmo della mano dall’inglese David Tremlett, anche autore dei riflessi acquei del pavimento marmoreo.

Ceretto winery

“Non lo penso come chiesa, e neppure come edificio, quadro oppure scultura. Lo penso come oggetto, un’opera d’arte, per la quale usare il colore.”

Sol LeWitt – settembre 1999 Il giornale dell’arte

 

“Abbiamo voluto accendere un fuoco sulla collina.”

David Tremlett – settembre 1999 La Stampa

Per celebrare l’anniversario, molti gli eventi in programma nell’autunno, tra cui una Camminata  organizzata con Torino Spiritualità e dedicata ai colori della Cappella con una lezione di Riccardo Falcinelli (sabato 14 settembre – info@torinospiritualita.org) e la mostra “Keeping Time” immaginata dalla famiglia Ceretto assieme agli eredi dei due artisti e curata da Guy Robertson (direttore Maheler – LeWitt Studios) e Tony Tremlett, figlio di David Tremlett (inaugurazione sabato 21 settembre press@stilema-to.it). Per la prima volta lo scenario delle vigne delle Brunate ospiterà una mostra d’arte che sarà allestita negli spazi dell’ex distilleria Ceretto intorno alla Cappella del Barolo. L’anniversario è anche occasione di racconto grazie ad un libro, edito da Corraini, che raccoglie documenti inediti e ripercorre la storia e l’evoluzione del progetto che ha portato al felice legame tra le Langhe e l’arte.

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

I piu’ letti

Cantina di Soligo, vino in perfetta armonia
DUCHESSA LIA BARBARESCO DOCG
CRESCE la DOMANDA di PROSECCO BIOLOGICO, Il CONSORZIO SBLOCCA la QUOTA BIO della RISERVA VENDEMMIALE.
LA MORTANDELA# CON IL TEROLDEGO# IN VALDINON#
RA’IS, IL MOSCATO DI NOTO DI BAGLIO DI PIANETTO
Vini romeni: vini da scoprire

Prosecco Conegliano Valdobbiadene

Follow Vino&Stile on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.547 follower

video – la trouffe noir, luigi ciciriello, Bruxelles

VIDEO – Cantina Scoffone

video – trattoria bolognese, natal, brasile

Video – LVMH a Bruxelles

news dal mondo dello showbiz, cultura, cibo in anteprima

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: