NEWS

Debutto della prima Riserva Brunello di Montalcino di Carpineto e l’emozione già vola alta

Nell’anno in cui tutto si è fermato, il debutto della prima Riserva del Brunello Carpineto 

va nel segno della rinascita e della ripartenza.

La Riserva di un’annata così straordinaria e dal grande potenziale evolutivo dona un’emozione destinata a sfidare il tempo.

Prodotta, come tutti gli Appodiati Carpineto, solo nelle vendemmie più buone, ha lo stesso stile del Brunello 2015 impostosi all’attenzione della critica enoica nazionale e internazionale ai più alti livelli mentre avanza una 2016 salutata come la migliore da sempre

Carpineto Brunello 2015 RiservaUve raccolte unicamente da Vigneto Paradiso, quello posto più in alto di tutti, laddove lo sguardo si abbandona al respiro più vasto. A firmare la Riserva del Brunello di Montalcino 2015 è ancora una volta Caterina Sacchet, produttrice enologa alla guida di Carpineto con Antonio Mario Zaccheo.

“L’annata 2015, non a caso a 5 stelle, è stata una annata spettacolare a 360 gradi, ha caratterizzato vini di grandissima potenzialità grazie all’elevata concentrazione dei componenti nobili. 

Nel Brunello 2015 si percepisce l’ottima struttura polifenolica che genera un vino di grande longevità e tipicità territoriale, per questo abbiamo deciso di esordire con la Riserva proprio con questo millesimo. Magari averle tutti gli anni queste annate, afferma entusiasta Caterina Sacchet raggiante perché la 2016 va anche oltre le prestazioni felicissime della precedente e si annuncia come un’annata destinata a passare alla storia.”

 

L’Appodiato di Montalcino di Carpineto, in posizione privilegiata, a 500 mt sul livello del mare, in località Rogarelli, è uno degli insediamenti più alti della denominazione e più panoramici con la vista che spazia dal centro storico di Montalcino (da cui dista 4 km) del quale s’inquadra l’intero perimetro della cinta muraria, alla Val d’Arbia, dove all’antica Cassia si unisce la via Francigena, e nelle giornate limpide fino anche a Siena. Alzando lo sguardo poi, oltre la prima linea di colline all’orizzonte verso est, si possono scorgere addirittura le colline del Chianti Classico sopra Siena.

 

La più piccola delle 5 tenute di Carpineto è tra le più suggestive: una sorta di wine boutique con antichi casali in pietra circondati da querce secolari e tutto intorno 53 ettari di terreno di cui 10 di vigneto piantati a sangiovese grosso allevato a  cordone speronato (3,5 h di Brunello, 5 di Rosso di Montalcino, il resto Sant’Antimo Rosso), a una densità di 5700 piante per ettaro, un uliveto e un fitto bosco di querce, lecci e macchia mediterranea.

Dal punto di vista geologico, l’Appodiato di Montalcino si trova sul complesso indifferenziato delle argille scagliose, costituito prevalentemente da scisti, calcari marnosi e arenarie quarzose.

La leggera esposizione verso nord, in posizione panoramica e ventilata, dona ai vini di questa tenuta un microclima unico, caldo di giorno e temperato e fresco di notte, che conferisce al Brunello profumi intensi e complessi, una bella freschezza, eleganza, raffinatezza e grande longevità.

La posizione elevata dei vigneti, grande risorsa considerato il cambiamento climatico, permette infatti una maturazione prolungata, quindi una vendemmia tardiva, come si faceva in passato, e la piena maturazione delle bucce, tannini maturi ma senza perdere in acidità, spina dorsale del vino.

 

BRUNELLO DI MONTALCINO DOCG 2016 – CARPINETO

La maturazione avviene in tre anni in botti di rovere di Slavonia di diversa capacità, quindi sei mesi ed oltre di affinamento in bottiglia. Colore rosso rubino intenso con leggeri riflessi granata; il profumo è netto, fine, ampio e persistente, un leggero sentore di vaniglia amplifica i frutti rossi vivissimi, la ciliegia, il lampone e in fondo la liquirizia. I frutti sono vividi.

Al gusto è asciutto, fresco e preciso pur mostrando una straordinaria maturità  e ricchezza. Tannini lunghi e sottili, morbidi, definiti. Elegante e complesso, dalla grande struttura ed energia. Persistente, destinato ad evolvere a lungo in bottiglia ed emozionare negli anni. Un Brunello dallo stile classico.

Le bottiglie prodotte sono 30.000

 

BRUNELLO DI MONTALCINO DOCG 2015 RISERVA – CARPINETO

Le uve della Riserva provengono unicamente dal vigneto Paradiso, il vigneto posto più in alto nella tenuta (500 mt slm), le uve, vendemmiate a fine settembre, sono state raccolte a mano selezionate e poste in apposite cassette in modo da preservare l’integrità dell’acino durante il breve tragitto in cantina. 

La posizione panoramica e ventilata dona ai vini grande eleganza, mineralità e longevità.

L’ottimo andamento stagionale ha permesso di ottenere uve di eccellente qualità che caratterizzano una grande annata a 5 stelle. I perfetti livelli di maturazione in termini di estraibilità del colore e gli alti contenuti zuccherini hanno generato un vino di grande struttura, ideale per le lunghe evoluzioni.

La vinificazione è stata condotta da lieviti autoctoni in vasche di acciaio a temperatura controllata (25-30°C); per poter preservare il bouquet tipico del Sangiovese vengono eseguiti rimontaggi frequenti e una lunga macerazione sulle bucce.

La maturazione si protrae per almeno 42 mesi in botti di slavonia da 30 e 20 HL.

L’imbottigliamento è condotto senza trattamenti di alcun genere né filtrazioni, vegan friendly.

L’affinamento in bottiglia avviene in cantina a temperatura e umidità naturale, costante e controllata.

Il colore è rosso rubino intenso, di forte concentrazione antocianica, con leggeri riflessi tendenti al granato.

Il profumo è intenso e persistente, netti i sentori di frutti di bosco con leggere sfumature di vaniglia, la leggera nota speziata sul finale troverà spazio con l’evoluzione di questo vino importante

Al gusto si conferma ampiezza e intensità che vanno a descrivere un vino di grande spessore e un lungo percorso evolutivo.

Le bottiglie prodotte sono 6.000

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Sostieni VinoeStile

I piu’ letti

Il Primitivo di Manduria vale 182 milioni di euro
Merlot di Spello
BARDOLINO: ISTITUITE UFFICIALMENTE LE SOTTOZONE MONTEBALDO, LA ROCCA E SOMMACAMPAGNA
DUCHESSA LIA BARBARESCO DOCG
FEDERVINI - UN BRINDISI AMARO PER VINI E SPIRITI
Intervista a Helmuth Köcher, WineHunter e patron di Merano WineFestival

Prosecco Conegliano Valdobbiadene

Follow Vino&Stile on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Unisciti ad altri 1.617 follower

video – la trouffe noir, luigi ciciriello, Bruxelles

VIDEO – Cantina Scoffone

video – trattoria bolognese, natal, brasile

Video – LVMH a Bruxelles

news dal mondo dello showbiz, cultura, cibo in anteprima

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: