GASTRONOMIA

50 BEST – La classifica 2015 #50best #restaurants

Bottura2

Massimo Bottura

El Celler de Can Roca – Girona (Spagna) celebra il ritorno in vetta alla classifica dei World’s 50 Best Restaurants

L’Osteria Francescana di Massimo Bottura conquista il 2° posto. Piazza Duomo e Le Calandre guadagnano entrambi di 12 posizioni attestandosi rispettivamente al 27° e 34° posto

Il ristorante spagnolo El Celler de Can Roca ( Girona ), già n°1 nel 2013, poi scalzato dal Noma di Copenaghen, si è riaggiudicato l’ambito titolo di migliore ristorante al mondo.
Il risultato è stato reso noto in occasione dell’appuntamento che richiama a Londra il meglio della ristorazione mondiale : The World’s 50 Best Restaurants 2015, sponsorizzato da Acqua Panna e S.Pellegrino.
L’evento dal 2002 celebra la gastronomia mondiale coinvolgendo i più grandi talenti nel settore della ristorazione, dando risalto a ristoranti presenti in 21 paesi del mondo e sei continenti, presentando una prestigiosa classifica che è considerata l’ago della bilancia nella definizione delle tendenze dell’alta cucina globale.

Ottima performance per l’Italia che vanta tre ristoranti in classifica tutti in ascesa :  Osteria Francescana di Massimo Bottura conquista il 2° gradino del podio dopo due edizioni in terza posizione.
Piazza Duomo con Enrico Crippa si attesta al 27° posto e Le Calandre di Massimiliano e Raffaele Alajmo salgono alla  34° posizione .
Entrambi i ristoranti quadagnano ben 12 posizioni in classifica.

Il Sud America festeggia con ben 9 ristoranti in classifica. Cile, Perù e Messico vantano tutti delle new entry rispettivamente con Boragó, Maido, Quintonil e Biko.
Central a Lima balza al 4° posto risalendo di 13 posizioni.
La Spagna conferma la sua leadership in Europa con ben sette ristoranti nella lista dei 50 Best fra cui Mugaritz al 6° posto e Tickets con Albert Adrià a Barcelona che fa la sua prima apparizione attestandosi al 42° posto. Albert Adrià ottiene inoltre quest’anno il titolo di migliore pasticciere del mondo , World’s Best Pastry Chef.

Con sette ristoranti nella classifica mondiale, l’Asia si assicura un ruolo di primo piano nella top ten con Gaggan a Bangkok al n° 10 della classifica  e Narisawa a Tokyo ottavo.
La Cina festeggia il 24° posto in classifica con Ultraviolet di Paul Pairet.

Sei ristoranti in classifica e una new entry per gli Stati Uniti : Eleven Madison Park a New York rimane nei top

El Celler de Can Roca

El Celler de Can Roca

five e rivendica il titolo di Miglior Ristorante in America del nord, sponsorizzato da Acqua Panna.
Il Blue Hill a Stone Barns di Dan Barber, fuori New York, entra per la prima volta in classifica attestandosi al 49° posto.

La Francia vanta 5 ristoranti in classifica con Mirazur che si riconferma all’11° posto per il secondo anno consecutivo, seguito da L’Arpege di Parigi che sale di ben 13 posizioni nel 2015.
Il leggendario chef Alain Ducasse vincitore del Premio alla carriera professionale Lifetime Achievement Award winner nel 2013, festeggia un reinserimento in classifica al 47° posto con Au Plaza Athénée, di
recente apertura. Ancora riflettori puntati sulla Francia per il premio World’s Best Female Chef Award (Migliore donna chef al mondo) assegnato a Helene Darroze mentre Daniel Boulud si aggiudica il Lifetime Achievement Award 2015 per i suoi successi culinari a livello mondiale.

William Drew, redattore capo della rivista Restaurant, organizzatrice del The World’s 50 Best Restaurants, ha commentato: “E’ stato un anno entusiasmante, caratterizzato da una grande varietà di talenti che testimoniano la grande vitalità e vivace dinamismo del settore in tutti gli angoli del pianeta.

Note sulla compilazione della classifica :
L’elenco viene creato sulla base dei voti di The Diners Club® World’s 50 Best Restaurants Academy, un influente gruppo di oltre 900 leader internazionali nel settore della ristorazione.
L’Accademia comprende 27 diverse regioni del mondo, ognuna delle quali ha 36 membri, tra cui un presidente, e ciascun membro può disporre di sette voti. Di questi sette, tre devono essere attribuiti a ristoranti situati al di fuori della regione di appartenenza  di ogni singolo votante .
L’Accademy  è costituita da giornalisti e critici gastronomici, chef e ristoratori . I giurati formulano le proprie scelte per ordine di preferenza, in base alle esperienze ritenute più convincenti  nel corso dei precedenti 18 mesi.

Ideata e organizzata da William Reed Media,  la classifica del The World’s 50 Best Restaurants è pubblicata dal 2002.
William Reed Media è responsabilie dell’organizzazione, della raccolta voti e della produzione della classifica.

Antonio Gala

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

I piu’ letti

Gavi DOCG di Duchessa Lia, il bianco fruttato che accompagna tutti i piatti
CHAMPAGNE DE VILMONT,  LO CHAMPAGNE CHE PARLA ITALIANO
Freisa d’Asti DOC di Duchessa Lia, il rosso fresco e delicato piacevole anche in estate!
Presentato il libro "Le stagioni del gusto"
Fattoria Casagrande: passione per le cose eccellenti #chianti #Sangiovese #Canaiolo
S.TO.P. (Suite, Tonica e Prosecco)  il nuovo cocktail dell’estate 2016

Prosecco Conegliano Valdobbiadene

Follow Vino&Stile on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Unisciti ad altri 1.568 follower

video – la trouffe noir, luigi ciciriello, Bruxelles

VIDEO – Cantina Scoffone

video – trattoria bolognese, natal, brasile

Video – LVMH a Bruxelles

news dal mondo dello showbiz, cultura, cibo in anteprima

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: