spa & wellness

Wellness: alle terme Merano i nuovi trattamenti al “marmo di Lasa”

Vista esterna di notte by Tappeiner m - Terme MeranoIl marmo di Lasa, new entry fra i prodotti altoatesini impiegati nei trattamenti benessere.

Il marmo di Lasa fa il suo ingresso nel mondo del benessere firmato Terme Merano.

Dopo erbe aromatiche e fieno, pino mugo e siero di latte, mela e uva, lana e la recentissima stella alpina, anche il pregiato “oro bianco” della Val Venosta entra a far parte dei prodotti del territorio altoatesino impiegati nei trattamenti del centro Spa & Vital.

Polvere di marmo sulla pelle

All’avanguardia nell’utilizzo di ingredienti naturali, con un’attenzione particolare verso il territorio altoatesino: l’introduzione del marmo di Lasa come nuovo prodotto di benessere, conferma la filosofia di Terme Merano.

Il pregiato materiale della Val Venosta verrà impiegato nel Peeling al marmo di Lasa: una base di crema nutriente con granulato fine di mandorle e polvere di marmo dall’effetto purificante ed esfoliante. Per una pelle particolarmente morbida e lucente.

Omogeneo, bianco traslucido e resistente

Il Marmo di Lasa è uno dei più pregiati al mondo, apprezzato dagli esperti in particolare per alcune caratteristiche che lo distinguono dagli altri. Tra queste: il suo aspetto omogeneo, il caratteristico colore di fondo bianco traslucido con lievi ombreggiature, l’assenza di venature o ingiallimenti, la sua resistenza ad agenti esterni estremi quali sale, alternanza gelo-rugiada, agenti atmosferici e inquinamento.

La montagna dalla quale viene estratto il marmo si chiama Jennwand, del gruppo dell’Ortles e troneggia al di sopra del paese di Lasa, mentre ai piedi della montagna vengono stipati gli enormi blocchi di marmo. I massi vengono trasportati attraverso la ferrovia marmifera di Lasa, un’affascinante rotaia a piano inclinato oggi riconosciuta come monumento industriale e ancora funzionante.

Il fascino dell’oro bianco

Apprezzato in tutto il mondo, il marmo di Lasa è stato esportato ad esempio a Singapore, in Arabia Saudita, in Malesia, in India, ad Abu-Dhabi, in Tennessee, per elencare solo alcune delle località più famose. E oggi anche a New York, nella nuovastazione della metropolitana di Ground Zero. Più di 32.000 metri quadrati di marmo verranno utilizzati per la pavimentazione e le pareti, così come piedistalli, scale e colonne: la stazione interna della metro di New York sarà totalmente rivestita in marmo.

Tra le opere più famose, anche la monumentale fontana della Pallade Atena davanti all’edificio del Parlamento di Vienna, il monumento della Regina Vittoria davanti a Buckingham Palace a Londra e il monumento di Heinrich Heine a New York. Molto suggestive anche le oltre 90.000 croci in marmo bianco di Lasa, volute dagli americani per le tombe dei soldati statunitensi caduti durante la II Guerra Mondiale e dislocate nei loro cimiteri militari.

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Follow Vino&Stile on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.672 follower

video – la trouffe noir, luigi ciciriello, Bruxelles

VIDEO – Cantina Scoffone

video – trattoria bolognese, natal, brasile

Video – LVMH a Bruxelles

news dal mondo dello showbiz, cultura, cibo in anteprima

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: