NEWS

FEDERVINI: SOSTEGNO ALL’EXPORT VALORIZZANDO LA QUALITA’

GAMME_~1 “Per crescere e guardare al futuro con fiducia occorre fare leva sulla collaborazione tra gli operatori del settore e spingere sulla valorizzazione del prodotto italiano e delle specificità dei suoi territori. È proprio la varietà delle nostre produzioni a rappresentare la buona ricetta per affrontare i mercati internazionali”.

Questo il messaggio diffuso da Sandro Boscaini, Presidente di Federvini, in occasione della 49esima edizione del Vinitaly, vetrina mondiale del settore vitivinicolo.

L’export del vino italiano ha registrato una crescita in valore del +1,4% rispetto allo scorso anno, raggiungendo un fatturato complessivo di 5,11 miliardi di euro.

Crescita di un punto percentuale rispetto al 2013 anche nei volumi esportati per un totale di 20,4 milioni di ettolitri.

I dati più significativi arrivano da Paesi come gli Stati Uniti che registrano un incremento del 4,4%. La novità più importante riguarda gli spumanti con una crescita del 18,2% rispetto al 2013” – ha spiegato il Presidente di Federvini. Vinitaly quest’anno coincide con l’arrivo della primavera, è auspicio che segni anche il risveglio del mercato nazionale.

Tema importante per Federvini per l’anno 2015 è Expo 2015 che rappresenta un importante appuntamento per il Paese Italia e per il suo settore agroalimentare: ed il settore vinicolo ha un’opportunità di essere protagonista all’interno di uno scenario internazionale complesso:

Expo non sarà solo una vetrina che dura sei mesi, ma deve rappresentare un volano per la conoscenza delle nostre eccellenze, da quelle agroalimentari a quelle ambientali, culturali, scientifiche, che continui e si replichi nel tempo. Da questa grande esposizione universale, ci aspettiamo stimoli alla ricerca, indispensabili per affrontare la sfida dei mercati esteri, sostenibilità e progetti per la valorizzazione dei nostri territori” – ha commentato Boscaini.

Ciò che invece preoccupa Federvini è la pressione fiscale nazionale, dalle accise all’IMU agricola e al reverse charge:

Il settore paga fortemente una politica fiscale punitiva che sta mettendo in ginocchio soprattutto i piccoli e i medi produttori.L’accanimento fiscale iniziato con i ripetuti aumenti di accise sulla grappa, il limoncello, gli amari, i vermouth, i vini liquorosi è proseguito con le disposizioni in materia di IMU agricola.

Queste ultime, diverse nell’applicazione fra il 2014 ed il 2015, hanno indotto anche un elemento di concorrenza tra aziende sottoposte alla misura ed aziende escluse, il tutto all’interno delle stesse aree produttive.

Rimane poi pendente la questione del versamento anticipato dell’IVA nelle forniture verso la grande distribuzione.

L’insieme di queste misure rende lo scenario molto pesante e porta Federvini a chiedere un ripensamento delle norme fiscali da parte del Governo” – chiarisce ancora Boscaini. 

Altro punto su cui, secondo Federvini, è importante intervenire subito è l’eccesso di burocratizzazione, un ambito nel quale è quanto mai urgente una semplificazione. “Premesso che i controlli rappresentano la migliore garanzia sia per il produttore che per il consumatore e sono pertanto ben condivisi ed apprezzati, chiediamo meno burocrazia da una parte, più responsabilità da parte degli operatori dall’altra. A questo va aggiunto sicuramente un maggiore dialogo e uno scambio tempestivo e più diretto di informazioni tra le autorità di controllo, con l’obiettivo di semplificare i processi e velocizzare gli adempimenti.

L’esame e la valutazione del nuovo Testo unico del vino rappresenta un importante passo nella giusta direzione, ma ogni singola disposizione va esaminata con attenzione visto che segnerà la vita del settore nei prossimi anni.” – ha concluso Boscaini.

 

Marco Lucentini

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Sostieni VinoeStile

I piu’ letti

Vini romeni: vini da scoprire
Sublimi abbinamenti e grande tradizione: le proposte natalizie OF Bonollo
Intervista a Helmuth Köcher, WineHunter e patron di Merano WineFestival
Cantina di Soave “Italian Wine Producer of the Year” IWSC 2018
MAGNALONGA DELLA VALPOLICELLA, PROTAGONISTI I ROSSI DEL TERRITORIO
Contatti

Prosecco Conegliano Valdobbiadene

Follow Vino&Stile on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Unisciti a 1.610 altri iscritti

video – la trouffe noir, luigi ciciriello, Bruxelles

VIDEO – Cantina Scoffone

video – trattoria bolognese, natal, brasile

Video – LVMH a Bruxelles

news dal mondo dello showbiz, cultura, cibo in anteprima

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: